Ambrosiana Viaggi
Natura in viaggio

Come organizzare un viaggio nei parchi naturali degli Stati Uniti

di  | 
Un tour tra le riserve naturali degli States è una suggestione da cogliere al volo, anche per la varietà di proposte a disposizione. Senza dimenticare la Monument Valley, il Grand Canyon e lo zoo di San Diego

 

Tra le tante idee che meritano di essere prese in considerazione per un tour negli Stati Uniti, un viaggio tra i parchi e le riserve naturali più affascinanti del Paese è una suggestione che non ci si può lasciar scappare, anche per la varietà di proposte a disposizione. Una delle mete quasi obbligate, per esempio, è la Death Valley, la cosiddetta Valle della Morte, resa ancora più affascinante dalle tante leggende che la riguardano. Dante’s View e Zabriskie Point sono due punti di riferimento da segnare in agenda, mentre per fermarsi a dormire si può optare per Furnace Creek.

death valley parchi stati uniti

Che cosa vedere negli Stati Uniti

Lo zoo di San Diego è una destinazione perfetta se si viaggia in compagnia dei bambini, e non è un caso che 4 anni fa sia stato dichiarato addirittura il migliore del mondo. Volendo, si può comprare il biglietto in anticipo, già su Internet: a un costo di 54 dollari include il bus con la guida e un giorno intero di visita, oltre a diversi spettacoli.

joshua tree parchi stati uniti

Davvero seducente, poi, è Joshua Tree, a cui si arriva dopo aver percorso la Interstate 10 fino a Chiriaco Summit. Chi lo desidera ha l’occasione di campeggiare all’interno del parco, e anche in questo caso è possibile prenotare in anticipo: anzi, per chi ha in mente di venire qui in estate, accaparrarsi un posto online è fondamentale per non correre il rischio di rimanere a bocca asciutta.

Dove proseguire il tour americano

Da Williams si potrebbe partire per procedere in direzione del Grand Canyon. L’atmosfera western che si respira lungo la Route 66 si mescola con quella da American Graffiti che viene regalata dalle auto Anni 50 o dai vari distributori di benzina d’epoca che si incrociano lungo il percorso.

grand Canyon 3 parchi stati uniti

E, a confermare lo stereotipo americano ben fisso nella mente, ecco i gruppi di bikers in sella alle Harley Davidson. Da Williams si può prendere anche il treno diretto al Grand Canyon; la località ospita un bar, varie steak house e negozi di souvenir a metà tra l’arte navajo e gli ambienti dei cow boy.

Il Grand Canyon

A proposito di Grand Canyon, il parcheggio del South Rim, che ne rappresenta l’orlo meridionale, si trova a poco meno di 100 chilometri di distanza da Williams. Volendo ci si può far accompagnare da una guida, anche per essere sicuri di non perdersi neppure uno dei più importanti siti di interesse, tra i quali spicca il Bright Angel Point. Per dormire la notte, all’interno del Canyon sorge un hotel a dir poco storico, chiamato El Tovar, che risale al 1905.

grand canyon parchi stati uniti

Ovviamente i prezzi non sono tra i più convenienti, ma si vive una volta sola, no? Per una camera standard il costo è di 217 dollari a notte, mentre per le suite si va da un minimo di 442 a un massimo di 538 dollari. Ormai lo avrete capito: anche in questa circostanza è conveniente prenotare in anticipo, già prima della partenza, per essere certi di trovare posto. Al mattino, poi, si potrà ripartire verso nuove destinazioni, a cominciare dalla Monument Valley, situata a poco meno di tre ore di macchina dal Grand Canyon. 

monument-valley-parchi stati uniti

L’Esta per viaggiare negli Stati Uniti

Qualunque sia l’itinerario che si ha in mente di intraprendere negli Usa, è fondamentale richiedere prima di partire il visto turistico ESTA: si tratta di un’autorizzazione che coinvolge tutti i cittadini che rientrano nel Visa Waiver Program, e che non hanno bisogno del visto tradizionale per recarsi negli Stati Uniti a patto che lo facciano per ragioni turistiche (o per motivi di affari) e che non rimangano nel Paese per più di 3 mesi di seguito.

esta visto parchi stati uniti

Oltre all’Italia, tra i Paesi che fanno parte del Visa Waiver Program ci sono la Svizzera, San Marino, la Francia, la Germania, il Regno Unito, i Paesi Bassi e la Nuova Zelanda.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *