Ambrosiana Viaggi
Viaggi del weekend

L’eden sulla Riviera di Ponente: è il Giardino esotico Pallanca

di  | 
In questo incantevole parco di Bordighera si può ammirare una preziosa collezione di oltre 3000 varietà di piante cactacee: una collezione unica e di rara bellezza, in grado di far impallidire il l'orto botanico di Monaco
 

Disteso su un suggestivo spuntone di roccia a picco sul mare e scaldato dal sole del ponente Ligure, trova spazio a Bordighera il GIARDINO ESOTICO PALLANCA, uno scrigno contenente una preziosa collezione di oltre 3000 varietà di piante cactacee. Una collezione unica e di rara bellezza, che se anche di dimensioni minori, in quanto a qualità e ricchezza di esemplari, regge e supera il confronto con il noto Giardino Botanico della vicina Monaco.
Il Giardino vanta una storia antica: è il 1946 quando Giacomo Pallanca, già collaboratore del noto botanico tedesco Ludovico Winter, decide di mettersi in proprio nella coltivazione e nel commercio di piante esotiche e succulente, così acquista un appezzamento di 10 mila metri che per caratteristiche climatiche, ambientali e orografiche permette alle piante di acclimatarsi facilmente.
La scelta è felice. In breve tempo il Giardino si arricchisce di specie rare e fuori commercio provenienti da ogni parte del globo. Grazie alla passione e alla dedizione profusa dalla famiglia Pallanca di generazione in generazione, oggi l’orto botanico annovera pezzi di estremo pregio che lo rendono meta obbligata per ricercatori e appassionati.


Nel corso degli anni il sito è stato insignito di prestigiosi premi e riconoscimenti a livello mondiale e dal 2004 è inserito nel circuito dei “Grandi Giardini d’Italia”.Tuttavia, oltre alla rarità degli esemplari ciò che sorprende è la percezione di immediata armonia con la natura che si prova non appena si oltrepassa l’ingresso. La ricchezza della vegetazione, unita alla varietà dei colori e la gioiosa diversità delle specie tutte da scoprire passeggiando tra i lussureggianti viottoli, suggeriscono la sensazione di una imperitura storia d’amore tra quelle piante sontuose e rigogliose che affidano le loro radici a quel territorio solo apparentemente ostile e che invece amorevolmente le accoglie stringendole in un abbraccio.


Dall’alto dei loro sei metri, esemplari di Neobuxaumia polilopha, i pluricentenari Copiapoa, gli imponenti Echinocactus grusonii (detti anche i sedili della suocera) di circa 400 kg, infinite varietà di Agavi Opuntia, Myrtillocactus dalla originale crescita crestata, insieme a tante altre varietà botaniche sono pronti ad accogliere e ad accompagnare il visitatore in uno straordinario percorso sensoriale.

 

Credits images: Rosanna Calò

 

Giardino Esotico Pallanca
Via Madonna della Ruota, 1
18012 Bordighera (IM)
Tel. +39 0184 266347
Email: giardino@pallanca.it
Info: www.pallanca.ithttp://www.pallanca.it/it/html/giardinoesotico.html

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

1 Commento

  1. Mara

    23 Aprile 2017 at 19:35

    Lo visitero’senz’altro a breve

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *